Meditazioni

Pronti al ritorno di Gesù

Una compagnia di trasporto aereo d’oltreoceano ha predisposto la presenza di un co-pilota non credente accanto ad ogni pilota cristiano. Tale sorprendente ripartizione del personale nulla ha a che vedere con politiche di riassetto aziendale, mobbing o di equo trattamento per le diverse idee religiose dei passeggeri. Essa rientra, invece, in un pacchetto di normative interne per la sicurezza. Essa ritiene ragionevolmente possibile quanto la Bibbia afferma, cioè che Gesù Cristo verrà improvvisamente a prendere tutti i cristiani, dovunque si trovino e…

0
Leggi

Non sono venuto per i giusti

Il Signore, chiamando uno dei Suoi futuri apostoli dalla classe dei pubblicani, dimostra la Sua misericordia verso gli umili, ignorando lo spirito religioso dei farisei. Siamo troppi inclini a giudicare dall’esteriorità secondo le regole del mondo, ma dovremmo imparare da Gesù ad amare la condizione degli umili e annunziare loro la salvezza. La figura di Levi rappresenta ogni uomo. Anche noi eravamo nel peccato e legati dai nostri interessi, ma dietro la facciata della nostra vita, il Signore vedeva in…

0
Leggi

Noia Giovanile

La noia è un comune denominatore delle nuove generazioni. Il tedio giovanile è un male sotto gli occhi di tutti: c’è chi cerca di porvi rimedio e chi lo ignora. Il problema si sta allargando a macchia d’olio e le conseguenze sono sempre più gravi. Le famiglie chiedono aiuto, le istituzioni propongono ricette che non sortiscono alcun effetto, i giovani manifestano sempre di più il loro disagio. Le cause La domanda che scaturisce davanti ad un malessere di tali proporzioni…

0
Leggi

Noi giustificati per “sola fede”

Il dialogo ecumenico fra chiese protestanti classiche e chiesa cattolica romana in quest’ultimo periodo sembra essersi arenato, fermo ad un punto morto non trova un ap­poggio solido e condiviso sul quale fare for­za per ripartire con slancio. Il motivo primo, e vero, del fermo è la posizione tutta cattolico-romana riguardo l’ecclesiologia, ossia la convinzione che la Chiesa a pieno titolo è soltanto quella cattolica. Un conto è la chiesa di Roma, un altro le diverse confessioni evangeliche, alle quali sono riconosciute numerose nozioni di san­tificazione, cioè di vita devota, e in secondo luogo…

0
Leggi

L’anno coronato da Dio

Ogni impresa realizzata dagli uomini, dopo la vetta, conosce la decadenza. Quello che Dio compie è invece completo e durevole. Mirando la divina creazione, ogni giorno di essa Dio ha prov­veduto per le diverse necessità della vita sulla ter­ra. L’apice, però, fu al termine, quando Dio formò l’uomo a Sua immagine, incoronandolo così della gloria di un’eterna comunione spirituale con Lui. Il Signore si compiace di sublimare le Sue opere in “tono maggiore”. Tale principio, poi, si manifesta mirabilmente nel piano della redenzione, con cui Dio ha voluto ristabilire la comunione con…

0
Leggi

La scivolata

Una scivolata può portare una semplice distorsione, ma anche una slogatura, una brutta caduta e a volte fa cambiare strada o tornare indietro. Anche il credente deve fare attenzione a non scivolare su ciò che potrebbe facilmente trascinarlo via (cfr. Efesini 5:14-18), tentato, quasi “costretto” dalle circostanze. L’assenza di coinvolgimento “ …Risvégliati, o tu che dormi, e risorgi dai morti, e Cristo ti inonderà di luce”(Efesini 5:14). Se si smette di leggere la Bibbia a casa, di pregare o raccontare la propria testimonianza in chiesa,…

0
Leggi

La salvezza in Cristo

La storia biblica narrata in questo capitolo della Scrittura ci presenta un giovane egiziano abbandonato e morente che, improvvisamente, per grazia divina diventa uno strumento utile nelle mani del suo nuovo signore. Dio non ha riguardi personali, e nella Sua onniscienza sceglie “…le cose pazze del mondo per svergognare i sapienti … e le cose deboli… per svergognare le forti” (I Corinzi 1:27). Dio può usarsi di noi solamente se ci abbandoniamo nelle Sue provvide mani. La voce vibrante di Giacomo…

0
Leggi

La potenza del perdono di Dio

Dio “si arrese…“, un’espressione che se letta superficialmente può suscitare una certa perplessità: come può Dio arrendersi? Infatti, arrendersi significa consegnarsi al nemico, darsi per vinto, cedere, piegarsi al potere di un altro. Tuttavia, quando leggiamo che Dio si arrese alle preghiere non significa che, non potendo più competere, dovette dichiarare la Sua sconfitta, giacché Egli è l’Onnipotente, il Creatore del cielo e della terra, nessuno può competere con la Sua potenza: “Da te provengono la ricchezza e la gloria; tu signoreggi su tutto; in…

0
Leggi

L’Evangelo potenza di Dio

La forza dell’annuncio dell’Evangelo risiede nella concomitanza di almeno tre e­lementi. Innanzitutto la divinità del contenuto, Paolo infatti lo definisce “…l’Evangelo di Dio” (Romani 1:1); poi la realtà della guida dello Spirito Santo, “…predicate l’Evangelo ad ogni creatura. Chi avrà creduto sarà sal­vato… Or questi sono i segni che accom­pagneranno coloro che avranno creduto” (Marco 16:15,17); infine, la coerenza del testimone, “…l’Evangelo da me annunziato non è secondo l’uomo… Difatti voi avete udito quale sia stata la mia condotta nel passato…” (Galati 1:11,13). L’Evangelo è di per sé bello ed efficace, ciò non toglie che il suo annuncio in bocca…

0
Leggi

Immagini dalla natura e dalla Bibbia

Un albero rigoglioso, dalle verdi fronde, ispira in chi lo osserva sensazioni contra­stanti, di rilassamento innanzitutto, ma anche di energia e vitalità. L’albero è un’immagine chiara ed immediata del ciclo della vita, l’em­blema delle possibilità stupefacenti della natura, che da un piccolo seme trae una pianta superba ed estremamente utile: “È simile a un granello di senape che un uomo ha preso e gettato nel suo orto; ed è cresciu­to ed è divenuto albero; e gli uccelli del cielo si sono riparati sui suoi rami” (Luca 13:19). Forse, molto più semplicemente, in esso…

0
Leggi
Chiesa Cristiana Evangelica
Assemblee di Dio in Italia
Via Emilio Taverna 9
43122 Parma

    375.5251424
Seguici sui Social